QUALIFICHE PROFESSIONALI ESTERE

Riconoscimento del titolo professionale conseguito all'estero di Consulente in Proprietà industriale

Il Ministero dello Sviluppo Economico-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) è l'autorità competente per il riconoscimento dei titoli professionali di Consulente in Proprietà Industriale conseguiti all’estero, titolo che può essere stato conseguito in ambito comunitario ed extra-comunitario da cittadini sia italiani che stranieri. Il decreto di riconoscimento del titolo consente, previo superamento di una prova attitudinale, l’iscrizione allo specifico Albo professionale per svolgere la professione in Italia. Per ottenere il riconoscimento è necessario presentare domanda secondo il procedimento previsto dal decreto legislativo n. 206 del 9 novembre 2007, che attua la direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali

Nel caso in cui dall'esame della domanda di riconoscimento emerga la non conoscenza di materie considerate fondamentali per lo svolgimento della professione in Italia, all'interessato sarà richiesto il superamento di una prova attitudinale. Il riconoscimento dei titoli professionali conseguiti nella Confederazione Svizzera avviene in applicazione alla legge n. 364 del 15 novembre 2000 di ratifica dell'Accordo del 21 giugno 1999 tra la Comunità europea e i suoi Stati membri da una parte, e la Confederazione svizzera dall'altra. L'Accordo disciplina la libera circolazione delle persone tra la Comunità Europea e la Confederazione Svizzera, e stabilisce l'applicabilità delle direttive comunitarie in tema di riconoscimento delle qualifiche professionali anche ai cittadini elvetici. I cittadini elvetici hanno la possibilità di avvalersi dell'autocertificazione ai sensi dell'art.46 del D.P.R. n.445/2000.

 

Prestazione temporanea ed occasionale della professione di Consulente in Proprietà industriale

In caso di libera prestazione di servizi in ambito comunitario, ai fini dell’esercizio temporaneo ed occasionale sul territorio italiano della professione di Consulente in proprietà industriale, l’interessato, a norma degli artt. 10 e seguenti del d.lgs. 206/2007, dovrà presentare all’UIBM, previa registrazione in qualità di “mandatario estero” all’indirizzo https://servizionline.uibm.gov.it/deposito-online-new/pubblica/index.html, una dichiarazione, preventiva rispetto all’esercizio dell’attività, contenete informazioni in merito al tipo di servizi che intende svolgere ed una serie di documenti che compravano la professionalità del richiedente. Il deposito della dichiarazione e dei documenti dovrà essere effettuato esclusivamente sul sistema telematico su cui si è registrato. Il profilo di mandatario estero registrato sarà attivo per un solo anno dalla data di registrazione a meno che il richiedente non provveda, prima della scadenza, all’aggiornamento dei documenti presentati.

Le indicazioni operative su come procedere alla registrazione ed al deposito dei documenti sono illustrate nella circolare n. 600