Concessi 2.307 voucher3i per un valore di 9,47 mln di euro nei primi 6 mesi di operatività

Giovedì, 04 Febbraio 2021

Dal 15 giugno al 31 dicembre 2020 sono state presentate 2.749 richieste di voucher da parte di 911 start up per un ammontare complessivo di oltre 11 milioni di euro.

L’attività istruttoria, svolta dal soggetto gestore (Invitalia), ha già portato alla concessione di 2.307 voucher (per un valore totale di contributi pubblici pari a 9,47 milioni di euro) per l’acquisto di servizi specialistici resi a 851 start-up da consulenti in proprietà industriale (per il 87%) e da avvocati (13%).

Il tasso di ammissione delle domande è stato quindi pari all’85% di quelle presentate (420 le domande respinte e 22 quelle in attesa di valutazione): un dato che evidenzia come la misura sia di facile fruibilità, anche in virtù del breve tempo necessario per la conclusione dell’ istruttoria di concessione.   

Hanno ricorso a tale incentivo start up innovative di tutte le regioni, seppure con diversa intensità, con una prevalenza di quelle operanti nei servizi.

In sintesi questi i principali risultati raggiunti nel primo periodo di attuazione del Voucher 3i, i cui dettagli  sono contenuti nel Report qui consultabile.   

 


Ufficio competente