Risposte alle domande più frequenti - Sala Pubblico

  1. È possibile prendere appuntamento con un funzionario della Sala del Pubblico per avere informazioni sui titoli di proprietà industriale?

No, l’accesso alla Sala del Pubblico è senza appuntamento.

  1. I funzionari della Sala del Pubblico e del Contact Center possono dare consulenza nella stesura e presentazione della domanda?

No. La Direzione Generale non fa consulenza; le informazioni sono date unicamente per rendere chiara la normativa e le procedura di riferimento.

  1. È necessario venire in -Sala del Pubblico per la consultazione del patrimonio documentale disponibile presso la DGLC-UIBM?

Si. Attenzione, però: la visione non è contestuale alla richiesta. Poiché non tutta la documentazione è disponibile presso la sede della Direzione, è necessario che la richiesta venga fatta in anticipo. Per la procedura di richiesta consultazione, vedi CONSULTAZIONE DEL PATRIMONIO DOCUMENTALE.

  1. È necessario venire in Sala del Pubblico per la consultazione delle banche dati nazionali e internazionali?

No. Le banche dati sono tutte online e consultabili da chiunque ne sia interessato collegandosi alle stesse con il proprio computer. I funzionari della Sala del Pubblico, avendo esperienza specifica, possono far vedere agli utenti come accedere alle banche dati e come navigare al loro interno.

  1. Quali sono le banche dati che devono essere consultate prima di depositare?

Nuova banca Dati dei Depositi Nazionali dei titoli di PI uibm.gov.it/bancadati

La Banca Dati dei Depositi Nazionali dei titoli di PI consente la ricerca e la consultazione di tutte le tipologie di domande di titoli in P.I, ovvero:

  • registrazione di marchio (sia di primo deposito che di rinnovo);
  • registrazione di disegno o modello;
  • concessione di brevetto per invenzione industriale e modello di utilità;
  • convalida in Italia dei brevetti europei;
  • Certificati complementari di protezione (CCP/CCPF);
  • Privative per nuove varietà vegetali.

 Banca dati generale che censisce tutti i titoli depositati presso l’UIBM in grado di restituire l’anagrafica dei depositi; non è possibile, attraverso questa banca dati, accedere e  visionare i documenti depositati.

Il database dei brevetti italiani contiene una collezione documentale di circa 35.000 brevetti concessi, riferibili a domande italiane di invenzione industriale depositate tra il 1° luglio 2008 ed il 30 giugno 2015. I fascicoli brevettuali desiderati possono essere ricercati sia in modalità testuale (ovvero verificando la presenza di uno o più termini inseriti all'interno del documento di descrizione presente nel fascicolo della domanda), sia tramite l’inserimento di alcuni dati bibliografici identificativi della domanda stessa, come:

  • numero di domanda;
  • numero di concessione del brevetto;
  • titolare;

Per i fascicoli che non rientrano in questa categoria, è necessaria una richiesta di consultazione vedi  CONSULTAZIONE DEL PATRIMONIO DOCUMENTALE.

TMview è uno strumento di consultazione on line, multilingue e di facile impiego, che consente a qualsiasi utente di cercare gratuitamente i marchi di tutti gli Uffici dei marchi ufficialmente riconosciuti che hanno aderito al sistema. Fornisce informazioni dettagliate su denominazione, riproduzione grafica, status giuridico, elenco dei prodotti e servizi, ecc. I dati sono accessibili attraverso un sistema centralizzato; il loro aggiornamento è responsabilità di ciascun Ufficio membro. TMview copre 62 paesi, contiene oltre 48,8 milioni di marchi.

I dati relativi ai disegni e modelli registrati dall'UIBM sono integrati nella banca dati DesignView dell’EUIPO. DesignView è uno strumento di ricerca multilingue che centralizza le informazioni riguardanti i disegni e i modelli registrati a partire dagli uffici della proprietà intellettuale dei paesi partecipanti, consentendo agli utenti di effettuare delle ricerche su di una piattaforma comune, in modo unico e intuitivo. Design view copre 60 paesi, contiene oltre 13,7 milioni di disegni/ modelli.

Incorpora le banche dati di molteplici uffici nazionali e consente di verificare l’esistenza di un trovato di interesse e di indagare sul requisito della novità, essenziale per il rilascio del brevetto. Nella banca dati sono presenti tutte le richieste di brevetto, a prescindere dalla concessione o meno, che non siano più in stato di segretezza. Di tutte le domande sono visionabili il riassunto e i disegni.

6. Esistono altre banche dati che si occupano di PI?

IPERICO (Intellectual Property - Elaborated Report of the Investigation on Counterfeiting) è una banca dati sulle attività di contrasto alla contraffazione in Italia: riporta il numero di sequestri, la quantità e la tipologia di prodotti sequestrati; la stima del valore medio degli articoli contraffatti; la distribuzione sul territorio nazionale. Sono raccolte informazioni a partire dal 2008.

Patiris è un repository on-line che mira a stabilire un osservatorio permanente sulla brevettazione delle Università e dei Centri di Ricerca pubblici in Italia, al fine di promuovere e agevolare il trasferimento dei risultati della ricerca pubblica alla produzione e al mercato. Patiris consente infatti, alle imprese in primo luogo, un rapido accesso e una facile consultazione della produzione brevettuale delle Università e dei Centri di Ricerca pubblici italiani, attraverso un sistema di aggregazione di fonti ufficiali e un’architettura aperta a modifiche e contributi.

La banca dati nazionale contiene le domande di brevetto per invenzione industriale, depositate dal 1° luglio 2008, classificate come biotecnologiche o Life Sciences; consente, tramite l’estrazione di informazioni e dati salienti, di elaborare statistiche specifiche del settore e di effettuare ricerche per anno, classe IPC, provincia di deposito.

In questa sezione è  pubblicato l’elenco dei brevetti farmaceutici non coperti da certificato di protezione complementare, compilato sulla base di informazioni supplementari fornite volontariamente dai titolari dei brevetti stessi.

La sezione ospita il Bollettino ufficiale dei Marchi di impresa, a partire da luglio 2011.

Avvisosi informa la gentile utenza che, in accordo con le previsioni dell'art 187 del D.Lgs.30/2005 e s.m.i., anche al fine di ridurre i tempi per la registrazione, a partire dal mese di dicembre 2018 l'UIBM procederà alla pubblicazione del bollettino dei marchi con cadenza quindicinale.

  • Bollettini CCP – CCPF 

La sezione ospita il Bollettino dei Certificati Complementari di Protezione (CCP) e il Bollettino dei Certificati Complementari di Protezione Fitosanitari (CCPF), a partire da ottobre 2006.

  • Banche dati delle organizzazioni internazionali

Si segnala che sono inoltre disponibili on line le banche dati fornite dalle organizzazioni internazionali