Covid-19, prorogata al 15 maggio la sospensione dei termini per i procedimenti amministrativi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge 8 aprile 2020, n.23 recante “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”.

All’art. 37 viene disposta l'estensione al 15 maggio 2020 della sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi pendenti, precedentemente fissata al 15 aprile 2020.

A seguito di questa disposizione sono sospesi per il periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 maggio 2020 tutti i termini, ivi inclusi quelli perentori, relativi a procedimenti amministrativi, su istanza di parte o d'ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data.

Si conferma l’esclusione dal perimetro applicativo della sospensione prevista dalla richiamata norma dei termini relativi ai ricorsi dinanzi alla Commissione dei ricorsi, in quanto gli stessi si riferiscono a procedimenti di natura giurisdizionale e non amministrativa.

Si ricorda, infine, che per le domande internazionali di brevetto e le domande di brevetto europeo (primi depositi), per le domande di marchio internazionale e di rinnovo di marchi internazionali non vi è sospensione dei termini se non nei limiti indicati dagli organi internazionali o europei competenti.

Per ulteriori informazioni sui servizi Uibm, sui nuovi termini e sulle disposizioni adottate in conseguenza al perdurare dell'emergenza Covid-19 leggi qui

Leggi il testo del Decreto Legge 8 aprile 2020, n.23